NERO PERLA DI NOTTE

Nero Perla, colore impegnativo.

Intanto perché le perle nere sono rarissime, altrettanto pregiate.

Già questo sia abbastanza per inquadrare la preziosità del colore e dell’oggetto.
Il nero, come scritto altrove, è un colore semplice ma impegnativo, camaleontico e trasversale.
Nella moda, nell’arredamento, nell’automotive.
Nel senso che, scrivendo di moda, ad esempio, il nero risolve molti problemi d’abbigliamento ed al tempo stesso complica le cose di chi non sappia portare il nero.
Oppure non lo può proprio portare.
Magari lo indossa lo stesso a dispetto dello stupore e del dissenso di chi l’osserva.
Magari stupefatto di tanto coraggio.
In automotive, che dire.
Alcune vetture brillano quando il colore è nero.
Altre sembrano quelle destinate all’ultimo viaggio.
DS 3 Black Lézard, come la DS 5 Prestige, di altre foto in queste pagine, con il nero brilla d’eleganza.
Il colore si addice alla carrozzeria compatta senza correre il rischio d’essere un oggetto inguardabile.
Preferisco, tuttavia, il nero della DS 5 Prestige.
Forse per quell’accostamento di contrasto con gli interni in pelle marrone.
Splendido
Il design così particolare di quella vettura trova la giusta conclusione proprio con il nero.

In fotografia, mi limito alla mia esperienza, è un colore complicato.
In modo speciale quando, seppur con un polarizzatore, si ricerca la perfezione della saturazione del colore e della totale assenza di riflessi.
Di giorno il Sole accentua la polvere che, inevitabile, si posa ovunque un istante dopo l’accurato lavaggio della carrozzeria.
Di notte…
fotografare il nero di notte…
già il colore complica la vita, poi i riflessi dei lampioni…
la rendono una sfida suggestiva ed impossibile.

E’ stata un’automobile tormentata, la DS 3 Black Lézard.
Trovare il giusto set non è stato facile e, comunque, le foto in questa pagina non sono quello che avrei voluto.
Il fatto è che, nonostante il mese di tempo per realizzare scatti e clip, sono stato colto impreparato dall’arrivo della DS 3 Black Lézard.
Non avevo maturato l’idea di dove fare le fotograrie.
Inoltre il breve tempo concesso per il lavoro non ha facilitato la creatività.
Non voglio proprio dire che mi sono dovuto accontentare ma avrei potuto fare di meglio e di più con meno ansia.
Un periodo di tempo più lungo, e condizioni meteo-creative più semplici, mi avrebbero consentito di guidarla di più e pensare di più per trovare il set ideale dove fare il servizio fotografico.
Non sono un fulmine, ho bisogno dei “miei tempi” per trovare la giusta ambientazione della vettura in prova.
Infine…
è sempre più difficile trovare qualcosa di davvero originale, avendo – in questi anni – esplorato già diversi ambienti.
Portare un’auto in cima all’Everest e fare la foto son bravi tutti.
Il mondo è pieno di posti magnifici dove ambientare una macchina e/o un’Automobile.
E’ solo una questione di soldi, non di creatività.

©lucaromanopix

 

Qui, seguendo il link, tutte le foto della DS 3 Black Lézard

 

DS 3 BLACK LÉZARD