RANGE ROVER CLASSICA

Sono passati diversi decenni dal lancio nel 1970 della prima serie di Range Rover e la sua forma è inconfondibile. Land Rover, così come con Defender, ha progettato un’automobile che non solo ha avuto un grande successo commerciale ma è diventata una icona rappresentativa di eleganza e tecnica, lusso e capacità di superare le difficoltà più impegnative.

Fango e polvere, pioggia e ghiaccio non sono un problema per la Range Rover capace di attraversare le zone più impervie del piante, un fatto dimostrato più volte perché vettura ufficiale del Camel Trophy in Madagascar, la più ambita delle attività offroad del secolo scorso.
Oggi con i cambiamenti voluti dai clienti ed assecondati dal marketing la Range Rover è diventata l’ammiraglia dei modelli di Land Rover, con una profusione di finiture di gran lusso ed accessori di alto contenuto tecnologico e ludico, ma non ha perduto le sue capacità di marcia in fuoristrada. Affiancate, semmai, da prestazioni stradali non immaginabili al suo esordio tanti anni fa.
Il mutamento è sostanziale ma non sono cambiate affatto due cose: le doti di marcia in fuoristrada (a patto che il cliente non abbia problemi a graffiare la carrozzeria di un modello che costa oltre centomila euro) e la silhouette che, nonostante il nuovo design, ancor più morbido con il modello lanciato nel 2012, denuncia l’inconfondibile passaggio della regina del fuoristrada.
 
 

GALLERIA FOTOGRAFICA


 
 

Credit –

Tutte le fotografie e le clip ©lucaromanopix –

Vietata la riproduzione e la diffusione su e con qualsiasi mezzo e/o social network senza il consenso scritto dell’autore. Le fotografie sono file con firma digitale. Le fotografie sono protette secondo le norme vigenti in Italia del diritto d’autore.

Once Ansel Adams said: “The single most important component of a camera is the twelve inches behind it”.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestShare on RedditFlattr the authorShare on StumbleUponShare on LinkedInDigg thisBuffer this pagePrint this page